Giardino a Carnate

Giardino a Carnate

Un cliente irlandese, che amava gli spazi sconfinati del paese d’origine, cerca un luogo per ritrovare aria e luce.

Nel primo sopralluogo abbiamo trovato due ex villette a schiera, sovraccariche di materiali, colori scuri e un giardino, all’interno del quale, coesistevano infinite varietà di piante diverse l’una sopra l’altra.

Il primo approccio è stato quello di togliere, eliminare e mettere a nudo; successivamente abbiamo aperto finestre visuali ed utilizzato solo colori chiari.

L’architettura ha così restituito un’immagine più leggera, pulita e semplice; all’interno sono state inserite una nuova Spa con piscina, un box e tutto ciò che poteva servire per una nuova residenza contemporanea.

Nel giardino sono state solo tolte quasi tutte le piante, portando alla luce una splendida siepe di Cupressus arizonica, che era stata completamente sepolta da altre essenze e che è stata semplicemente potata in arte topiaria, alzando l’impalcatura della chioma .

Sono stati costruiti solo pochi setti in intonaco bianco che hanno sostituito i terrazzamenti informi ed è stato scelto un unico materiale per risolvere tutte le superficie esterne (pavimentazioni, scale e muretti).

Per concludere il nostro divano Gastone, della linea Landscape Forniture, in siepe artificiale si inserisce nel giardino dialogando con il contesto.

Project 

Recupero di un edificio residenziale con giardino

Landscape and architectural designer

Patrizia Pozzi

Location 

Carnate, Monza

Year 

2004

Client 

Private

Area

1100 mq

Collaborations 

Blackout: light design

De Santis: opere edili

Fantini Mosaici: mosaici e marmi

Piante Spertini Laveno: opere a verde

Photography

Dario Fusaro